Il digitale come nuovo strumento di crescita collettiva culturale

Negli ultimi anni la presenza del digitale come nuovo strumento di coinvolgimento delle comunità è cresciuto, con una forte accelerazione dovuta alla pandemia.

I musei, ma in generale qualsiasi realtà che esprime contenuti culturali, si è rivolta al digitale non solo come nuovo strumento di ‘accesso’ alla cultura, ma anche come elemento necessario per costruire una nuova consapevolezza collettiva, un modo nuovo per attivare i ‘fruitori’ perché non siano solo passivi ricettori, ma nuovi attivatori.

Il digitale diventa quindi uno strumento non solo per i turisti, ma per comunità miste (locali e temporanee), proprio per costruire nuove narrazioni, fra passato e presente.

 

Emmanuele Curti Archeologo e manager culturale
Adele Magnelli International Project Manager ETT S.p.A.
Fabio Viola Game Designer TuoMuseo
Leonardo Sangiorgi Co-founder Studio Azzurro
Tutti gli eventi del 26 novembre